This site uses cookies and session variables to enhance your navigation experience by providing you with a personalized service. Navigation on our site entails automatic acceptance. To get more information, please see our Cookie Policy.



The Alps by the sea

Where: Alpi Apuane

Who: Walden viaggi a piedi

A lady guide meets her friends, lady managers of refuges
2stars

Walking between sky and sea, step by step: this is the best way to discover Apuane Alps, wonderful mountains of Tuscany. Cristina Bartoletti, environmental hiking guide, will come with us in this travel into the nature, history and legends of these places. Six days of silence and views getting in touch with oneself again and experiencing the pleasure to travel on foot in a new territory

Il vento, le creste sospese tra cielo e mare, le distese di fiori, sono uno dei segreti più gelosamente conservati da chi conosce le Alpi Apuane, il sistema montuoso che si sviluppa all'estremità nord-occidentale della Toscana, in prossimità della costa tirrenica. Qui Cristina Bartoletti, guida ambientale escursionistica, vi guida in sei giorni di cammino alla scoperta di storia, di leggende e di un passato fatto di duro lavoro nelle cave, dove per secoli estrarre il marmo è stata la principale risorsa delle genti di queste valli.
Si parte da Torcigliano, all'estremità sud e si arriva a Campo Cecina, sopra Carrara, anche in tappe impegnative, in cresta. Ragione di più per apprezzare l'ospitalità curata dalle donne che gestiscono sapientemente i rifugi.

Come dice Cristina: "Sei giorni di silenzio e panorami per ritrovare se stessi ed il piacere di viaggiare a piedi in un nuovo territorio, Con tappe nei rifugi in quota, a trovare le donne con cui sono diventata amica e che sempre stupiscono i viaggiatori per il clima accogliente e familiare che sanno creare".

Già la prima sera, ci si ferma all' Alpe alla Grotta, al Rifugio Forte dei Marmi, dove le nuove gestrici organizzano corsi di riciclo, di cesteria, di produzione di sapone alle erbe.

La seconda notte, al Rifugio del Freo, la padrona di casa è Francesca: cucina con le erbe, fa il liquore, serve il pane tipico di Serravezza, organizza concerti di musica popolare, e per i più piccoli campi estivi tra burattini e notti a guardare le stelle.

Dalla radura, ci si alza sopra i boschi e si prosegue tra le cime. Poi, al quinto giorno, si approda all'Orto di Donna, un ex edificio dei cavatori di marmo, trasformato in comodo rifugio, in cui Stefania cucina zuppa di farro e pane della Garfagnana con le patate, organizza campi estivi per ragazzi, concerti e yoga.

INFO:

La mia traversata delle Alpi Apuane

What women must know to work in tourism
How responsible tourism is usefull to women and community
Where to go for a gender equality backer travel