Questo sito utilizza i cookies e le variabili di sessione per migliorare la tua esperienza di navigazione offrendoti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'automatica accettazione. Per ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.



Incominciare

A volte basta un’idea. Arrivata dagli anni di scuola, dallo studio del territorio in cui si vive, dalla valutazione delle proprie capacità, dal guardarsi intorno ed informarsi il più possibile. Poi dalla teorie si passa alla pratica. E bisogna scegliere come diventare un’impresa. Magari con l’aiuto di chi ce l’ha fatta.

Allora forse, ti può essere utile sapere che cosa sono e a cosa servono gli uffici specializzati nell’aiutare le donne a cercare lavoro. Prendiamo l’esempio di “Spazio Rosa”, della Provincia di Milano.

La Lega Coop Bund Alto Adige ha di recente fatto uno studio sulle imprese femminili.
Abbiamo chiesto ad Elena Covi, responsabile comunicazione e relazioni esterne, che cosa consiglia alle donne che intendono avviare in proprio un’attività nel settore turistico.

L’ultima novità, tra gli addetti ai lavori nel grande business del turismo, è lo “stilista del viaggio”, per dire quei professionisti che ti fanno un itinerario su misura, dallo shopping in città all’immersione tra le orche. In fondo, non c’era bisogno di andare lontano: i tour operator responsabili già da anni inventano fantastici viaggi con tappe a tema, nei mille angoli della solidarietà.

Cosa sapere per mettersi in proprio? Abbiamo fatto una breve inchiesta tra esperti, sportelli e siti ed abbiamo estrapolato alcune regole di base ed alcuni indirizzi.
 

Cosa le donne devono sapere per lavorare nei nuovi turismi  
Come il turismo responsabile serve alle donne 
Dove andare per viaggiare con le donne in mente