Sfida alle Scuole. Apriamo il dibattito sul turismo responsabile.

Lanciamo un’idea per tutti, sull’esempio di qualcuno che ci ha provato. Fare rete e “scambiare” gite scolastiche.
Ecco il primo esempio dall’Istituto Grandis di Cuneo.

Che cosa si insegna, e soprattutto che cosa si impara, a scuola sullo sviluppo sostenibile e sul turismo responsabile?
Parlano i prof.
Su due cose sono d’accordo gli insegnanti pieni di buona volontà: di qualsiasi cosa si tratti, per i ragazzi è sempre una lezione ed è difficile farli partecipare. Se si prova ad andare in gita per vedere il modo in cui una comunità fa turismo diverso, per i ragazzi è comunque una gita scolastica in cui divertirsi.
Parlano i ragazzi.
Che cosa interessa nel nostro sito alle ragazze degli istituti del turismo? Per esempio che “crea la voglia di viaggiare e di imparare le lingue e rispettare l’ambiente”, perché “ci piacerebbe viaggiare a livello sostenibile nelle zone meno sviluppate del mondo, ricche di emozioni e fantastici paesaggi”, “i dati sul genere ci possono servire per le tesine, le idee di viaggio per capire il turismo”.
Allora, è un tema difficile o attraente?
Di certo un tema che in tanti ci chiedono di approfondire e su cui alcuni esperti lavorano.
Presto qui un elenco di esperienze e consigli che si allungherà man mano che raccoglieremo testimonianze.

Rimani aggiornato

Iscriviti alla Newsletter
La Guida delle Libere viaggiatrici
Partecipa in GRT
Facebook

Cosa le donne devono sapere per lavorare nei nuovi turismi  
Come il turismo responsabile serve alle donne 
Dove andare per viaggiare con le donne in mente